Archivio per Categoria Udine

17/09, ore 18: incontro elettorale “Una certa idea di Udine”

“A cosa serve Udine? Una domanda provocatoria ma necessaria, dal momento in cui la città, dopo aver perso lo status di capoluogo, si trova a dover immaginare la propria funzione e il proprio futuro anche in relazione ai cambiamenti imposti dall’esperienza pandemica, che ha fortemente inciso sulle nostre vite, portando alla luce nuove fragilità e nuove criticità. Ne discuteranno assieme a Furio Honsell: Marco Duriavig, Cristina Nazzi, Maria Grazia Santoro, che affronteranno i temi della scuola, della sanità di territorio e degli spazi urbani dopo la pandemia. L’evento sarà coordinato dalla consigliera comunale Sara Rosso e si terrà presso l’Osteria “Al Marinaio” di via Cisis, angolo via Grazzano, alle ore 18 di sabato 17 settembre”.

 

Politica ferroviaria in FVG: ennesimo fallimento di Lega e Pizzimenti

“Ennesimo fallimento della politica ferroviaria della Regione e in particolare della Lega e dell’Assessore Pizzimenti. Dopo aver anticipato alcuni milioni a RFI nell’ultimo assestamento di bilancio di Fedriga, la Regione riceve un nuovo smacco da RFI invece di un grazie”: così si è espresso Furio Honsell, consigliere regionale di Open Sinistra FVG e attualmente candidato per la coalizione di Centro Sinistra all’uninominale in Senato.
“Altri due anni almeno per iniziare opere fondamentali come il nodo di Udine e il potenziamento della tratta Trieste – Aurisina, fondamentale per sostenere le vocazioni commerciali del porto di Trieste e la mobilità dei pendolari all’interno della Regione. Ancora tanti treni passeggeri attraverseranno Udine e tanti disagi per chi usa il treno quotidianamente.”
“Stracciare l’accordo del 2017 sottoscritto anche da me, quando ero Sindaco di Udine, come hanno fatto platealmente #Fontanini e #Pittoni e altri “illustri” esponenti della Lega, ci ha fatto perdere una decina di anni quindi.
L’attuale incapacità di dialogo con Rete Ferrovie dello Stato – conclude Honsell – da parte di Fedriga lascia allibiti, e dimostra che la politica degli annunci può far vincere una campagna elettorale ma lascia a terra i viaggiatori” ha concluso.

Un ricordo di Pierluigi Di Piazza

“La scomparsa di Pierluigi Di Piazza lascia un vuoto profondo. È stato un interprete straordinario dell’impegno a difesa dei diritti civili e umani.
È stato tra i primi a comprendere la tragedia delle migrazioni dal Sud del Mondo e a insegnare a tutti il dovere dell’accoglienza e di non voltarsi dall’altra parte. Ha fatto del Centro Balducci di Zugliano un modello universale di accoglienza, pur nelle eccezionali difficoltà economiche.
Ebbi il privilegio, quando ero Rettore nel 2006, di conferirgli con queste motivazioni la laurea Honoris Causa in Economia della Solidarietà.
A noi che rimaniamo il compito di far crescere il suo insegnamento”. Così si è espresso il consigliere regionale Furio Honsell di Open Sinistra Fvg.

Su risposta Zilli a nostra interrogazione su Opa Sparkasse su Civibank e ruolo Friulia

“Ieri in Consiglio Regionale abbiamo posto un’interrogazione all’Assessore Zilli sull’opportunità da parte della società Friulia S.p.A., società controllata dalla Regione stessa, di essere stata “apripista” nell’accettare l’OPA di Sparkasse delle quote di azioni di Civibank. È evidente che questa decisione, che è avvenuta prima che lo stesso Consiglio di Amministrazione di Civibank si esprimesse, ha avuto un effetto simbolico che ha condizionato in una certa misura l’azionariato. A nostro avviso, da parte della Regione non vi è stata quella neutralità che invece è stata dichiarata dall’Assessore. Un conto è prendere una decisione quando sono state raccolte tutte le informazioni, altra cosa è fare una “fuga in avanti” a favore di una scelta che ha preoccupato molti cittadini.
L’Assessore ha dichiarato che la decisione di Friulia va nell’interesse dei cittadini della Regione e che non c’erano altre OPA. Come Open Sinistra FVG riteniamo che questa argomentazione non giustifichi i tempi della decisione presa da Friulia. Riteniamo che una tale decisione dovesse essere ben più meditata per una società che ha comunque un indirizzo politico.” Così si è espresso il consigliere regionale di Open Sinistra FVG Furio Honsell.